Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Massimiliano De Marco, analista tecnico di Robotrend.com, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib sta rifiatando dopo i nuovi massimi dell'anno toccati la scorsa settimana. C'è ancora spazio al rialzo o si aspetta nuovi ripiegamenti?

Come dicevamo la scorsa settimana, le condizioni per un attacco ai 22.000 punti erano favorevoli e l’indice Ftse Mib ha superato le resistenze intermedie con facilità, prendendo poi un po’ di fiato una volta ritoccato il massimo.

Piccole prese di profitto a parte, il momentum sembra favorevole a rendere questo movimento un vero e proprio breakout, considerato anche il buon momento dell’equity globale.

Riguadagnata area 22.000, per il Ftse Mib la prossima resistenza importante si trova in area 22.800, oltre cui i massimi 2018 diventerebbero un obiettivo realistico.

Qual è la sua view sui due big del settore bancario Unicredit e Intesa Sanpaolo e quali strategie ci può suggerire per entrambi?

Sul grafico di lungo termine fatico a vedere opportunità di forti rialzi per Unicredit e Intesa Sanpaolo, (così come per l'intero comparto bancario, ma sul breve/medio la situazione è più fluida.

Fallito un primo attacco ai minimi del 2016, entrambi i big del settore hanno formato una base su cui costruire qualche spunto rialzista.