Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Massimiliano De Marco, analista tecnico di Robotrend.com, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib sta tornando un po' indietro dopo essere arrivato ad un passo dai massimi dell'anno nei giorni scorsi. Il rialzo è da considerarsi concluso o si aspetta ancora sviluppi positivi a breve?

L’area vicina a quota 22.000 negli ultimi due anni si è dimostrata un livello particolarmente significativo per il Ftse Mib, agendo più volte da supporto e da resistenza.

Giunti nuovamente qui dopo il falso tentativo di breakout di luglio, è bene attendere una chiusura decisa del Ftse Mib sopra i massimi 2019 prima di sbilanciarsi.

I presupposti, al terzo tentativo quest’anno, sembrerebbero favorevoli.

Come valuta il recente andamento di Banco BPM e Ubi Banca? Quali indicazioni ci può fornire per questi due titoli?

Banco BPM è in un consolidamento a triangolo, preludio ad una rottura nella direzione del macro trend, che rimane stabilmente ribassista.

Il massimo segnato tre sedute fa a 1,96 euro dovrebbe essere rispettato, per indirizzarsi sotto 1,50 euro.

Discorso simile per Ubi Banca, che, pur non triangolando, non sembra avere una connotazione impulsiva sufficiente ad invertire il trend giornaliero ribassista.