Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Massimiliano De Marco, analista tecnico di Robotrend.com, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib sta difendendo per ora la soglia dei 21.000 punti dopo la discesa partita nei giorni scorsi. Ritiene possibile un ritorno e un successivo superamento dei recenti massimi?

La recente discesa di Piazza Affari è una correzione di un rally che si è dimostrato dotato di un ottimo momentum, ma non è detto sia già terminata.

La resistenza per il Ftse Mib al momento è in area 21.250, e in caso di superamento di questa soglia allora il rally troverebbe nuovo slancio per superare i recenti massimi.

Al contrario, perdere i 21.000 punti significherebbe che la correzione diventa più duratura, con un target plausibile per il Ftse Mib a 20.450 punti.

Unicredit ieri è stato il peggior titolo del settore e dell'intero listino, mentre Intesa Sanpaolo si è comportata meglio. Quali indicazioni ci può fornire per questi due titoli?

La mia view su Unicredit è da tempo negativa sul lungo periodo, per una struttura che dovrebbe riportare il titolo ai minimi del 2106.

La nuova gamba ribassista potrebbe essere partita proprio da 12,32 euro, nel qual caso qualsiasi ritracciamento del ribasso non supererà gli 11,6-11,9 euro. Per Unicredit segnalo dei supporti a 10,85 euro e naturalmente a 9,52 euro.

Discorso simile per Intesa Sanpaolo, per il quale il corrispondente livello da non violare nel caso ribassista è area 2,19-2,22 euro.