Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Filippo Diodovich, strategist di IG, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e sulle prospettive nel breve.

Le Borse stanno provando a risalire la china dopo la flessione di maggio. Quali minacce vede ancora all'orizzonte e quali scenari prevede nel breve?

Il mese di giugno ha portato un ritorno degli acquisti sui mercati azionari, dopo il sell-off evidenziato a maggio.
Al momento crediamo che vi siano ancora dei rischi per le piazze azionarie.

Come ha indicato lo stesso governatore della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, nella conferenza stampa di ieri, i principali rischi per i mercati finanziari sono principalmente tre: la guerra commerciale, la vulnerabilità dei mercati emergenti e fattori geopolitici.

Nel breve, tuttavia, riteniamo che, possano proseguire gli acquisti in Borsa, anche grazie alle misure espansive portate avanti dalla Banca Centrale Europea.

A Piazza Affari il Ftse Mib sta tentando un recupero dai minimi di fine maggio. Quanto è credibile una prosecuzione del rimbalzo nel breve?

Da un punto di vista grafico l’indice Ftse Mib dovrà superare la resistenza in area 20.500 per dare continuità al movimento rialzista partito dai bottom del 31 maggio a 19.500 punti.

Una perentoria vittoria al di sopra della resistenza dei 20.500 punti creerebbe i presupposti per un allungo del Ftse Mib in direzione degli obiettivi ipotizzabili a 20.900 e 21.175 punti, ultimo dei ritracciamenti di Fibonacci della discesa dai top di metà aprile.