Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Filippo Diodovich, strategist di IG, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e sulle prospettive nel breve.

I mercati azionari, tanto europei quanto americani, continuano a mostrare un ottimismo che nulla sembra scalfire per ora. Quanto ritiene sostenibile questo rialzo? Ci sono buone probabilità che prosegua?

Crediamo che sia possibile un prolungamento della tendenza rialzista dei mercati azionari.
Al momento l’entusiasmo degli operatori è legato all’aumento delle attese su un accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina.

C’è una intesa tra le parti per incontrarsi e siglare un accordo per una prima fase che prevede una riduzione progressiva dei dazi commerciali imposti e una cancellazione delle tariffe future.

Un accordo che doveva già essere firmato nel forum APEC di cooperazione economica dell’area Asia-Pacifico che si sarebbe dovuto tenere a Santiago in Cile, ma che è stato cancellato per i problemi di rivolta civile nel Paese sudamericano.

Ora si parla di scegliere una sede, probabilmente Londra, dove i due capi di Stato, Donald Trump e Xi Jinping, potrebbero quindi finalmente chiudere la contesa (ultime indiscrezioni parlano di inizio dicembre).

Oltre all’ottimismo per la fine della guerra commerciale, dobbiamo sottolineare altri fattori che hanno portato a forti acquisti in Borsa.

Segnaliamo in primis l’allentamento delle tensioni sulla Brexit, ma anche le politiche monetarie ultra-espansive delle Banche Centrali, senza dimenticare le brillanti trimestrali pubblicate in Europa e negli Stati Uniti che hanno battuto notevolmente le aspettative del consensus.