L’Eurostoxx avrebbe buoni motivi per sovraperformare Wall Street sulla base del confronto fra i rispettivi indici delle sorprese economiche.

Il listino europeo però rimane attardato, in termini relativi, suppongo per via dell’incertezza che aleggia attorno alle prossime elezioni europee.

Una volta rimosso questo ostacolo, ritengo che i listini continentali colmeranno il divario di performance.
In questo caso la soglia chiave si attesta poco sotto i 3.550 punti. Sopra, l'Eurostoxx avrà la strada spianata fino al massimo del 2017.

A Piazza Affari il Ftse Mib fino a ieri ha continuato ad aggiornare i massimi dell'anno per poi rifiatare un po'. C'è ancora benzina per salire o siamo alle battute finali per il momento?

Lo vedremo molto presto. Siamo giunti a ridosso di uno spartiacque strategico di mercato. Fin qui si poteva in qualche modo legittimare l’ipotesi della natura pur sempre correttiva del rally degli ultimi mesi. Sopra i 22.000 punti di indice MIB questa ipotesi sarebbe indifendibile.

Se devo essere sincero, personalmente in questo momento e su questa piazza faccio il tifo per l’Orso.

AGE Italia è l’unica società nel nostro paese che effettua un esame combinato dell’ampiezza di mercato, nonché dell’Up e Down Volume di Piazza Affari.

Il TRIN, che sintetizza queste informazioni, nella versione media a 50 giorni di recente ha raggiunto una lettura estremamente contenuta.

Ciò, tipicamente, si registra in prossimità di momenti ben definiti di mercato.