Di seguito riportiamo l’intervista realizzata a Gaetano Evangelista, amministratore unico di AGE Italia.
È ora possibile provare gratuitamente le strategie e le previsioni operative di Gaetano Evangelista! Iscriviti qui, e scopri perché l'80% degli investitori esprime il proprio gradimento per AGE Italia.

I mercati azionari continuano a mantenersi a poca distanza dai massimi, pur con qualche incertezza nelle ultime giornate. Quali scenari si possono ipotizzare nel breve?

Gli investitori hanno ancora negli occhi il crollo dell’ultimo trimestre dello scorso anno (un ribasso prevedibile, e previsto; per inciso).

Quella esperienza ne ha condizionato l’operato per tutti i successivi dodici mesi, producendo una paralisi che ha impedito di portare a casa una porzione consistente del 30% di guadagno messo a segno da Piazza Affari e Wall Street, dividendi inclusi.

La verità invece è che il mese di dicembre è storicamente propizio. Se mai ci fosse una settimana dal segno negativo, sarebbe da comprare: spesso è l’unica del mese.

E, nel caso, dal 1975 in poi, comprare l'S&P500 in occasioni simili ha consentito di portare a casa una plusvalenza, entro tre settimane, nell’87% dei casi.

Per cui nel breve periodo mi sentirei di incoraggiare gli investitori.

A Piazza Affari il Ftse Mib fatica ad allungare nuovamente il passo verso i top dell'anno. C'è il rischio di sviluppi ribassisti dai livelli attuali?

La situazione di Piazza Affari è peculiare perché, sempre ragionando in termini “total return”, si nota come l’indice All Share Italia abbia finalmente raggiunto la parete superiore del canale entro cui la Borsa italiana si è mossa per più di dieci anni.