Dopo la debacle di inizio settimana il titolo Fca si presenta alla prova dei conti. Ottimismo sui numeri ma anche sulle prospettive future, come conferma anche Vincenzo LongoMarket Strategist di IG.

I titoli della galassia Agnelli recuperano dopo il calo di lunedì. Il cambio ai vertici modifica le prospettive di medio-lungo periodo?

Il mercato sembra aver digerito presto le decisioni prese lo scorso week end per i cambi al vertice di Fiat Chrysler Automobiles (FCA), Ferrari e CNH Industrial. In realtà, crediamo che cambi poco in termini prospettici per tutte le società. La stessa FCA ha annunciato solo un mese fa il nuovo piano industriale a Balocco e il nuovo Ceo, Mike Manley, già a capo di Jeep, dovrebbe seguire le linee guida di quel piano. I cali di ieri erano frutto, in parte, della speculazione dopo le notizie sopraggiunte nel week end e, in parte, del frettoloso passaggio di consegne in capo alle tre aziende, che ci sarebbe stato con più calma nella primavera nel 2019. Un po’ in tutte e tre le aziende le figure scelte garantiscono la continuità gestionale di Sergio Marchionne, pertanto cambiano poco le prospettive in borsa dei tre titoli. Confermiamo la nostra view rialzista su FCA che potrebbe riprendere a salire a fine anno in vista dello spin off di Magneti Marelli. I target sono veramente ambiziosi, anche se il rischio dazi potrebbe pregiudicare buona parte di questa performance.