Di seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.

Il recupero del Ftse Mib ha incontrato per ora un ostacolo in area 19.500. Questo livello sarà rotto a breve o c'è il rischio di tornare giù?

Rispetto al nostro ultimo aggiornamento molte sono state le vicende che hanno influenzato i principali mercati finanziari.

Tutte hanno riguardato il Presidente Trump che con alcune sue prese di posizione sta cercando di influenzare la campagna elettorale.

Si va dalla sua positività al Covid19 (dimesso dall'ospedale nell'arco di 48 ore) per finire allo stop ordinato ai colloqui in seno al Congresso USA su quel piano di stimoli fiscali fermo da oramai 2 mesi.

In questo contesto a sostenere al rialzo il "sentiment" degli investitori ci stanno pensando le Banche Centrali che confermano sempre di più la loro politica monetaria espansiva.

In particolare la BCE è pronta a cambiare le sue linee guide e seguire la svolta storica di fine agosto annunciata da parte della FED.

Sul mercato delle valute recupera terreno l'euro che nei confronti del Dollaro torna oltre l'area degli 1,175 e mette nel mirino le prossime resistenze situate sulla soglia degli 1,18.

Arrivando a dare uno sguardo al Ftse Mib, le ultime sedute hanno registrato un miglioramento del quadro grafico con i prezzi che, dopo essere tornati oltre la soglia dei 19 mila punti, si sono spinti fin verso i 19.400-19.500 punti.

Nel breve l'eventuale superamento di questi livelli darebbe nuova forza al FTSE Mib che proseguirebbe in questo modo il suo recupero in direzione dei 19.800 punti.

C'è da dire però che sarà solo con il break dei 20mila punti che verrebbe messa in un angolo quella correzione partita nel mese di agosto.

Al ribasso da monitorare sempre i forti supporti posizionati sui 19mila punti.

Banco BPM è reduce da un forte rally, mentre sta soffrendo Bper Banca per via dell'aumento di capitale. Cosa può dirci di questi due titoli?

Situazione interessante per BANCO BPM che dopo aver brekkato al rialzo l'area degli 1,54 euro, parte alta di un trading range in atto fin dal mese di giugno, ha inviato un segnale di acquisto con prossimi target fin verso la soglia degli 1,8 euro.

Situazione inversa per BPER BANCA che paga il suo aumento di capitale e prezzi che sembrerebbero guardare la soglia di 1 euro.
Primi segnali di leggera positività si avrebbero per il titolo solo oltre gli 1,32 euro.

Telecom Italia ieri è stato colpito dalle vendite, mentre è salito STM. Quali indicazioni ci può fornire per questi due titoli?

Ancora una volta il titolo TELECOM ha difficoltà a regalare soddisfazioni ai suoi azionisti.
Nel breve un segnale di positività si avrebbe oltre l'area degli 0,36 euro sopra i quali il titolo avrebbe un primo target nei pressi degli 0,37 euro, dove chiuderebbe il gap ribassista lasciato aperto il 17 settembre.

Situazione diversa per STM che con conferme oltre i 27,30 euro dovrebbe proseguire il suo trend ascendente in direzione dei massimi pre-Covid posti sui 29,4 euro.

Enel ieri ha dato vita ad un bel rally, mentre ha perso terreno Snam. Quali strategie ci può suggerire per queste due utility?

La fase correttiva partita nel mese di luglio per il titolo ENEL sembrerebbe essere giunta al termine con la tenuta dei 7,20-7,25 euro.

Nel breve è possibile che il titolo possa riprendere il suo trend rialzista di fondo in direzione dei 7,7 euro e a seguire dei 7,9 euro.

Situazione diversa per SNAM, le cui quotazioni si muovono all'interno di un rettangolo situato tra i 4,25-4,30 euro e 4,5 euro.
Solo la violazione di questi livelli darebbe un segnale affidabile per operare sul titolo.

Quali sono i titoli che sta seguendo più da vicino in questa fase di mercato? A quali consiglia di guardare ora? 

Tra i titoli interessanti segnalo AMPLIFON in caso di tenuta dei 30 euro.
Da seguire DIASORIN che con conferme oltre i 183 euro si aprirebbe le porte per un ritorno sui top di sempre.

Sotto la lente infine CREVAL che al di sopra dei 7,5-7,6 euro getterebbe le basi per un test dei massimi di settembre situati in area 8,4 euro.

Buon trading

Per seguire i miei SEGNALI DI TRADING: p.origlia@trend-online.com