Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib si è riportato ieri appena sopra quota 22.000. Ritiene possibili  ulteriori salite nelle prossime sedute?

Il Ftse Mib ha fortunatamente recuperato e superato la resistenza dei 21.990 punti.

Questo nuovo ciclo a Piazza Affari è partito con un segno negativo, ma quanto pare per il Ftse Mib c'è stata un'accumulazione sui supporti a 21.740 e a 21.420 punti.

Con conferme oltre i 21.990 punti l'indice si pone in una posizione non più negativa ma neutrale, anche se per diventare rialzisti bisognerà superare i 22.450 punti, doppia resistenza, statica e dinamica.

Da quota 22.450 si potrà tirare un sospiro di sollievo e da lì il Ftse Mib potrà andare a testare la resistenza in area 22.900/23.000.

In caso di ritorni sotto i 21.990 punti il Ftse Mib andrebbe a chiudere il gap con il supporto a 21.740 punti che non dovrà essere violato, pena un'accelerazione verso il sostegno a 21.420 punti prima e in seguito in direzione dei 20.500 punti.

Cosa può dirci in merito al recente andamento del Dax e dell'S&P500? Quali le sue attese nel breve?

Il Dax ha recuperato molto bene, ma dovrà posizionarsi ora sopra la resistenza a 13.838 punti per tornare fortemente rialzista.

Il prossimo target al rialzo è intorno ai 14.125 punti, triplo massimo storico, ma se la resistenza a 18.838 punti si farà sentire, allora il Dax tornerà indietro verso il primo supporto a 13.550 punti.

Questa soglia non dovrà essere violata al ribasso, perchè diversamente l'indice continuerà a scendere verso i 13.390 punti prima e in seguito verso i 13.198 punti.

In gran forma l'S&P500 che si trova sotto resistenza dinamica a 3.840 punti e questo punto bisognerà superare tutta la soglia intorno ad area 3.850, con proiezione successiva intorno ai 3.900 punti.

L'S&p500 non dovrà assolutamente ritornare sotto i 3.750 punti, perchè in tal caso scenderà verso area 3.650.

Come valuta l'attuale impostazione di Banco BPM e Bper Banca?

Bper Banca è ad un passo dalla resistenza a 1,575 euro, livello che dovrà essere riconquistato per poter tornare positivi.

Sopra il livello appena indicato il titolo salirà ancora verso la resistenza successiva a 1,632 euro e poi fino a 1,788 euro.

Sotto 1,575 euro per Bper Banca saremo neutrali/negativi, nel senso che non saremo in una zona di tranquillità, con il rischio di discese fino a 1,448 euro, per poi scivolare verso 1,378 e 1,293 euro.

Ottima performance per Banco BPM che ha raggiunto un livello di resistenza importante a 1,87 euro e ora dovrà spingersi sopra la doppia resistenza a 1,89 euro, con successivo approdo fino ai 2 euro.

Sotto quota 1,87 euro per Banco BPM ci sarà il pericolo di un ritorno verso il supporto a 1,77 euro.

CNH Industrial ieri ha vissuto una seduta brillante: quali indicazioni ci può fornire per questo titolo?

CNH Industrial ha superato la tripla resistenza, statica, ciclica e dinamica, a 10,76 euro, spingendosi al test di area 11,35 euro.

Il titolo dovrà superare quest'ultimo livello per allungare verso l'area resistenziale compresa tra 11,54 e 11,736 euro, con proiezioni su nuovi massimi a 12,2/12,3 euro.

Sotto il supporto di 10,76 euro CNH Industrial tornerà negativo e scenderà verso i 10,16 euro.

Saipem ieri ha brillato, mentre si è mostrato ben più cauto ENI. Che fare ora con questi due titoli?

ENI è nel limbo sul supporto di quota 8,18 euro e deve superare ora la resistenza a 8,39 euro per uscire dalla negatività e mettersi in una zona neutrale.

Il vero upgrade sarà sopra la resistenza a 8,78 uro, oltre cui ENI diventerà fortemente rialzista fino a 9,25 euro.
Sotto 8,18 euro invece il titolo scenderà a 7,9 euro, per poi scivolare ancora più in basso.

Ottimo recupero per Saipem con un pattern rialzista che vede le quotazioni testare la resistenza a 2,3 euro.

Il titolo dovrà superare questo ostacolo per andare ad agganciare i 2,36 euro e i 2,47 euro in seguito, mentre sotto i 2,15 euro Saipem tornerà negativo con discese verso quota 2 euro.