Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib è tornato a mettere sotto pressione il supporto di area 19.500. Quali i possibili scenari per le prossime sedute?

Il Ftse Mib è nuovamente alle prese con un supporto importantissimo e l'area dei 19.480/19.400 deve essere assolutamente trattenuta.

In caso di violazione al ribasso di area 19.400, l'indice scenderà ancora con primo target i 18.930 punti, persi i quali arretrerà verso un ulteriore swing che è quello dei 18.500 punti.

Solo un rimbalzo del Ftse Mib da quota 19.500/19.400 potrà favorire una ripresa, ma sempre nella lateralità, perchè per tornare rialzisti bisognerà attendere il superamento dei 20.470 punti.

Cosa può dirci in merito al recente andamento del Dax e dell'S&P500? Quali le sue attese nel breve?

Per il Dax sarà importante il superamento della soglia psicologica dei 13.000 punti, perchè solo ciò porterà positività, diversamente rimarremo negativi.

Fino a quando però l'indice tedesco si manterrà sopra i 12.600 punti non si potrà dare per sconfitto, mentre sotto la soglia appena indicata l'intonazione diventerà ribassista.

In un scenario di questo tipo il Dax rischierà una discesa verso i 12.000 punti prima e in seguito verso area 11.750.
Per tornare positivi l'indice dovrà riportarsi stabilmente sopra area 13.600.

Passando all'S&P500, segnaliamo l'importante traguardo dei 3.500 punti e ora bisognerà mantenere questa traiettoria rialzista.   
La view diventerà negativa solo in caso di discese sotto il supporto a 3.325 punti.

Bper Banca ieri è stato il peggiore tra i bancari, mentre si è difeso decisamente meglio Banco BPM. Cosa può dirci di questi due titoli?

Bper Banca rimane sempre laterale e sarà importante non scendere sotto i 2,1 euro, perchè l'abbandono di questa soglia proietterà i corsi verso area 2 euro prima e in seguito fino a 1,8 euro.

Il titolo resta in trading range ed è molto probabile che il livello di supporto venga messo sotto pressione.
Per tornare rialzisti Bper Banca dovrà superare la soglia resistenziale a 2,54 euro.

Banco BPM al pari di Bper Banca è inserito in un movimento laterale e deve mantenersi sopra 1,35 euro, supporto fondamentale per il titolo che non dovrà essere violato al ribasso.

Se ciò dovesse accadere, Banco BPM punterà ad un primo obiettivo short a 1,23 e poi a 1,17 euro.

Da questi due livelli si potrà avviare un recupero che però sarà un semplice rimbalzo che manterrà il titolo in laterale.
Per andare al rialzo, Banco BPM dovrà spingersi sopra gli swing di resistenza a 1,49 e a 1,54 euro.

Telecom Italia nelle ultime due sedute ha frenato la sua corsa riportandosi sotto quota 0,4 euro. Qual è la sua view su questo titolo?

Telecom Italia resta in laterale nonostante i tentativi compiuti di superare l'ostacolo di 0,4 euro.

C'è da dire che 0,396 e 0,4 euro si confermando due resistenze forti per il titolo, quindi bisognerà superare entrambi i livelli per assistere a nuovi rialzi.

Diversamente Telecom Italia veleggerà nella lateralità che potrebbe vedere movimenti tra 0,4 e 0,36 euro, ma sarà negativo un abbandono di quest'ultima soglia, con il rischio di discese più ampie fino a 0,33 euro.

Cosa può dirci dei recenti movimenti di STM e quali strategie ci può suggerire?

STM ha tentato un allungo e ha superato le resistenze a 25,7 e a 26,3 euro, ma è stato respinto al di sotto di queste due soglie di prezzo.

La prima resistenza resta ora a 25,7 euro e il primo supporto a 24,75 euro: fino a quando STM si manterrà all'interno di questo intervallo non si esprimerà positivamente.

Anzi, sotto il supporto a 24,75 euro si avrà un'accelerazione fino a 23,6 euro e a 22,6 euro in seguito.
Solo un allungo del titolo sopra i 26,96 euro potrà riaprire la strada al rialzo.

Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?

Spendiamo due parole su Campari che ieri ha vissuto una bella seduta, sulla scia di un allungo in avvio con un gap-up.

Il titolo dovrà rimanere sopra 8,75 euro per puntare ai 9 euro, oltre cui ci sarà spazio fino a quota 10 euro.

Se Campari dovesse scendere sotto il supporto a 8,57 euro, dove sarà chiuso il gap lasciato aperto ieri, ci sarà strada al ribasso verso quota 8,4 euro prima e 8,25 euro in seguito.