Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib ieri ha avvicinato l'area dei 18.000 salvo poi indietreggiare. Quali le sue attese per le prossime sedute?

Per il Ftse Mib potrebbe aprirsi ora una nuova pagina e ciò avverrà con il superamento della famosa resistenza a 17.880 punti.

Oltre questo livello l'indice punterà all'ostacolo successivo dei 18.300 punti prima e in seguito a quello dei 18.775 punti.

Se il Ftse Mib riuscirà a spingersi anche oltre questo livello, si aprirà la strada verso i 20.200 punti, riconquistati i quali metterà nel mirino la chiusura del gap a 21.600 punti.

Lo scenario tornerà negativo per il Ftse Mib solo con discese sotto i 15.800 punti, ma per ora la mia view resta costruttiva e confido in ulteriori salite nel breve.

Cosa può dirci in merito al recente andamento del Dax30 e dell'S&P500? Quali le sue attese per le prossime sedute?

Per il Dax è molto positivo il ritorno sulla resistenza dei 10.800 punti, superata la quale ci sarà spazio per un allungo verso la seconda resistenza a 11.000 punti tondi.

Al di sopra di questa soglia il Dax punterà in primis agli 11.280 punti, con target successivo a 12.012 punti.
Solo la violazione del supporto a 9.570 punti aprirà nuovamente uno scenario negativo per il Dax.

Vorresti diventare un bravo trader come Sante Pellegrino?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com

L'S&P500 ieri si è avvicinato ulteriormente alla soglia psicologica dei 3.000 punti prima di indietreggiare.
Sarà molto importante il superamento di questo livello che potrà confermare una chiara tendenza rialzista dell'S&P500 fino all'area dei 3.150.

Oltre questo livello si apriranno nuovi scenari rialzisti con target la soglia dei 3.350 punti.
L'S&P500 invece tornerà negativo in caso di discese sotto i 2.550 punti, con primo target a 2.500 e obiettivo successivo sui recenti minimi in area 2.200.

Alla luce dei recenti movimenti qual è la sua view su Banco BPM e Ubi Banca? Quali strategie ci può suggerire per entrambi?

Banco BPM ha aggiornato nuovamente i minimi storici e ora dovrà aggrapparsi al supporto a 1,08/1,075 euro come ha fatto fino ad ora.

La tenuta del livello appena indicato potrebbe dare una spinta rialzista a Banco BPM fino a 1,19 euro, resistenza che dovrà essere necessariamente superata per assistere ad ulteriore positività nel breve.

Oltre la soglia degli 1,19 euro Banco BPM punterà all'ostacolo degli 1,25 euro, per poi andare a prendere lo swing a 1,37 euro, con successiva chiusura del primo gap a 1,51 euro.

Ubi Banca, dopo aver testato l'importante supporto a 2,3 euro, ora si trova ad un passo dalla resistenza molto rilevante a 2,66 euro.

Il superamento di questo livello porterà il titolo prima alla chiusura del gap a 3,16 euro, con proiezione successiva a 3,35 euro.
Ubi Banca resta sotto i riflettori per via dell'OPS lanciata da Intesa Sanpaolo.

ENI sta recuperando terreno nonostante l'andamento altalenante del petrolio. Qual è la sua view su questo titolo?

ENI ieri ha provato a superare la resistenza a 8,7 euro, violata solo nell'intraday.
Il titolo dovrà superare questo ostacolo per poter puntare al successivo ostacolo a 9,2 euro, rotta la quale potrà allungare fino alla chiusura dello swing a 10,11 euro.

Il superamento di questo livello porterà ad un rialzo di ENI fino a 11,05 euro, mentre sarà negativa una discesa sotto i 7,85 euro.

Azimut ieri ha vissuto un'altra seduta molto vivace dopo il forte rally della vigilia. Quali indicazioni ci può fornire per questo titolo?

Azimut ha superato la prima resistenza a 15,025 euro e ieri ha provato a mettere sotto pressione quella dei 15,55 euro, violata solo nell'intraday.

Con una rottura confermata di quest'ultima soglia il titolo punterà ai 16,3 euro prima e in seguito ai 17,6 euro.
Azimuto non dovrà scendere sotto i 12,5 euro per scongiurare scenari ribassisti anche pesanti.

Fca sta tentando allungo verso area 8 euro. C'è spazio per ulteriori sviluppi positivi a breve?

Fca è molto interessante perchè ha violato una resistenza molto importante a 7,77 euro, con obiettivo ora la chiusura del gap a 8,29 euro.

In caso di forza oltre questo livello il titolo punterà al target dei 9,45 euro, superato il quale potrà allungare li passo fino ai 10,86 euro.

Una discesa di Fca sotto lo swing dei 6,16 euro sarà negativissima e molto dipenderà ora dagli sviluppi sul fronte dei fondamentali.