Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Antonello Marceddu, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sui principali indici azionari, con una particolare attenzione rivolta a Piazza Affari.

Il Ftse Mib sta provando ad attaccare nuovamente area 20.000 da cui è stato respinto in più di un'occasione di recente. Quali i possibili scenari nel breve?

Per il Ftse Mib bisogna cercare di capire se l'allungo registrato lunedì scorso lo dobbiamo considerare come un doppio massimo.

Una lettura di questo tipo non è impossibile e se proprio volessimo leggere come un doppio massimo temporaneo, andando a vedere quello che sta succedendo a Piazza Affari non possiamo negare che siamo ancora in una fase rialzista.

Il Ftse Mib è uscito dalla fase di congestione e sembra aver spostato il suo fair value che prima era compreso tra i 16.000 e i 18.000 punti, mentre ora si è alzato tra i 18.000 e i 20.000 punti.

C'è da dire che non ci sono forti volumi che stanno sostenendo la salita dell'indice, ma questo non deve spaventare più di tanto.

Magari il mercato inizialmente non ci crede alla salita e quindi non muove grandi ma volumi, ma se poi si convince del rialzo, sposta i prezzi con scambi più forti.

La mia idea è che il Ftse Mib vorrebbe spingersi oltre area 20.000, anche perchè ricordiamo che c'è ancora da chiudere un ap lasciato aperto tra il 5 e il 6 marzo scorsi in area 21.500/21.600.

Se venisse negato il doppio massimo che si è disegnato in area 20.200, potremmo vedere ancora uno sviluppo rialzista per il Ftse Mib.

Dal punto di vita grafico uno scenario di questo tipo è credibile, ricordando che c'era un canale che è stato spostato e quindi il precedente baricentro a ridosso dei 17.000 punti si è alzato ora intorno ai 19.000 punti.

Se questo è vero il Ftse Mib continuerà a salire, senza escludere piccoli storni come quelli cui abbiamo assistito la scorsa settimana, quando le quotazioni si sono comunque mantenute al di sopra dei 19.000 punti.

La mia idea è che il Ftse Mib sia più orientato a salire che a scendere, con spazi di crescita fino ad area 21.500, a patto che consolidi al di sopra di area 20.000/20.200.

L'euro-dollaro sta provando a risalire la china dopo il ritracciamento dei giorni scorsi. Il cross può continuare a salire?

L'euro-dollaro dal top di giovedì scorso poco oltre quota 1,137 è arrivato a perdere oltre una figura, per poi recuperare e riportarsi al di sopra di area 1,13.

Conferme nella direzione attuale potrebbe favorire allunghi a ridosso di quota 1,14 che questa volta potrebbe dare vita ad un vero e proprio doppio massimo.

A mio avviso si può ancora credere in un rialzo dell'euro-dollaro per il quale confermo appunto come primo target area 1,14.

Per poter pensare ad un'estensione rialzista più decisa fino a 1,15 bisognerà attendere più tempo, visto che nel caso un simile scenario potrebbe concretizzarsi in un momento in cui saremo più vicini alle elezioni presidenziali Usa.

Per ora mi fermerei all'obiettivo di area 1,14 nel breve per l'euro-dollaro. 

Cosa può dirci in merito al recente andamento del petrolio e quali le sue previsioni nel breve?

Per il petrolio segnalo una fase di lateralità nelle ultime sedute: i volumi non sono alti e la mancanza di volatilità sembra denunciare un'attesa da parte del mercato per delle notizie che siano in grado di dare una spinta al rialzo o al ribasso.

A mio avviso è molto difficile fare previsioni sul petrolio in questo momento, perchè questa impasse del mercato con bassi volumi di scambio non induce ad aprire posizioni long o short.

Personalmente rimarrei alla finestra in attesa di capire quale direzione vorrà prendere l'oro nero, visto che intervenire ora sarebbe come lanciare una monetina.

In caso di ripiegamenti consiglio di fare attenzione alla soglia dei 37 dollari che mi sembra abbastanza interessante.

La violazione dei 37 dollari aprirà le porte ad una flessione più ampia verso quota 34 dollari, mentre al rialzo, in ottica meramente speculativa, vedrei un allungo verso i 43-44 dollari, senza escludere estensioni fino ad area 45 dollari.

Se proprio dovessi espormi a fare una previsione, sarei portato ad avere più una view lateral-rialzista che una lateral-ribassista.