Di seguito riportiamo un'intervista realizzata a Enrico Malverti, presidente di Fintech4i, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib si sta spingendo ad un passo dai top di giugno in area 20.400. Cosa aspettarsi nel breve?

Il Ftse Mib è ancora ostaggio dei 20.350 punti e l’impressione è che non sarà facile riuscire a rompere questa forte resistenza che corrisponde all’area di apertura del gap tra 6 e 9 marzo scorsi.

Un consolidamento del Ftse Mib sopra i 20.000 punti sarebbe già una gran bella notizia.
Il rischio di rimanere col cerino acceso in mano in questi mesi estivi è però abbastanza alto.

Come valuta l'attuale impostazione di Unicredit e Intesa Sanpaolo e quali strategie ci può suggerire per entrambi?

Unicredit è ancora ostaggio della resistenza a 9 euro. La rottura del 9 giugno è stato un falso segnale, il secondo tentativo potrebbe avere miglior fortuna e a quel punto dare un segnale bullish verso la chiusura del gap a 9,67 euro.

Intesa Sanpaolo ha una migliore impostazione di breve e maggiore forza, sta già approcciando la sua resistenza a 1,80 euro e in caso di consolidamento sopra a questo livello il target diventerebbe 2 euro.

Telecom Italia ieri ha vissuto un'altra seduta positiva, mentre su STM sono scattate forti vendite. Quali indicazioni ci può fornire per entrambi?

Su Telecom Italia non sono particolarmente ottimista, è laterale da diversi mesi e ho il timore che possa ambire ad arrivare a 0,39 euro per poi scendere di nuovo.

STM ha vissuto una seduta difficile, ma credo che possa tornare subito brillante e con una chiusura sopra 25,50 euro attirerebbe compratori verso nuovi massimi annuali.

Valuterebbe un acquisto di Fca e Ferrari sui valori attuali? Come muoversi su questi due titoli ora?

FCA e Ferrari hanno una impostazione tecnica molto simile. Tra i due ho una predilezione per Ferrari che ha una crescita molto solida con un canale di massimi e minimi orientati al rialzo con una buona costanza.

La resistenza a 160 euro potrebbe essere superata nelle prossime settimane da Ferrari.

FCA è più volatile, ma nonostante le difficoltà nelle vendite nel settore auto, le possibili alleanze e l’aspettativa di prossimi incentivi stanno tenendo il titolo ben comprati.

Per Fca sarebbe pericoloso solo il cedimento di 8,48 euro.

Quali sono i titoli che sta seguendo più da vicino in questa fase di mercato? A quali consiglia di guardare ora?

I titoli che sto monitorando sono: Azimut, Finecobank, Ferrari, Diasorin, Amplifon, Mutuionline e Banca Generali.