Di seguito riportiamo l'intervista a Davide Biocchi, professional trader, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulle valute, su alcune commodities e sugli scenari attesi per le Borse.

L'euro-dollaro ha ritracciato di circa una figura e mezzo dai top toccati di recente a ridosso di area 1.14. Si aspetta ulteriori ribassi nel breve?

Se si guarda il dollaro, si nota che lo stesso si è indebolito da prima nei confronti non solo dell'euro, ma anche di tutte le valute, nel senso che è stato il dollar index a scendere.

Negli ultimi 3-4 giorni il biglietto verde si è un po' ripreso e questo lo si nota tanto nei confronti dell'euro, quanto della sterlina e di altre valute.

E' in atto quindi contro-trend del dollaro ora, ma non è facile dire quanto durerà.

Quanto all'euro-dollaro può essere che il target al rialzo rimanga a quota 1,15, mentre verso il basso potrebbe muoversi verso la fascia supportiva che prima aveva lavorato come resistenza in area 1,10.

Il petrolio sta perdendo terreno dopo aver fallito l'attacco a quota 40 dollari. La discesa proseguirà dai valori attuali?

Per il petrolio abbiamo visto il test dei 40 dollari che ora rimane la forza resistenza, la cui tenuta ha innescato delle prese di profitto.

L'oro nero ha iniziato così a scendere e ora siamo poco sotto i 36 dollari: sarà importante vedere ora come reagirà il petrolio.

Dobbiamo tenere presente che intorno ai valori attuali abbiamo pochi supporti perchè il movimento al rialzo è stato molto veloce.

Nell'area dei 35-34 dollari troviamo una fascia di supporto, rotta la quale il petrolio scenderà prima verso i 29,5 dollari e in seguito in direzione dei 27 e dei 25 dollari.

Questi sono i supporto chiave per l'oro nero che difficilmente dovrebbe tornare sopra i 40 dollari nel breve, ma non dimentichiamo che spesso ci ha sorpresi in passato.

L'oro si mantiene al di sopra dei 1.700 dollari, ma fatica per ora ad allungare il passo. Qual è la sua view su questo asset?

Il movimento dell'oro continua a svilupparsi all'interno di un box, del quale l'area dei 1.770 dollari è la parte alta, mentre quella bassa è a 1.670 dollari.

Ci sono poi dei livelli intermedi, ma almeno per ora il gold continua a fare avanti e indietro tra le soglie di prezzo indicate.

Fino a quando l'oro non uscirà dal range dei 1.670-1.770 dollari, non ci sarà n trend prefigurato.

E' ancora interessante guardamente all'Argento che è tornato di nuovo sul primo supporto in area 17,3 dollari.
Questo livello potrebbe anche cedere e se ciò dovesse accadere le quotazioni scenderanno verso i 16 dollari, dove l'argento sarebbe oltremodo interessante.

Alla luce del quadro intermarket appena delineato, quali indicazioni ci può fornire per le Borse?

Guardando i principali indici di Borsa, a Wall Street abbiamo visto il Nasdaq Composite salire a 10.000 punti.
Da questo livello l'indice sta tornando indietro e ora il primo supporto è in area 9.100, mentre l'S&P500 segnaliamo i 2.965 punti.

Il movimento in atto sembra essere frutto di mancanza di compratori, che prima avevano sostenuto la ripresa, piuttosto che dell'arrivo di forti vendite.

I volumi non sono stati così forti se si pensare che Piazza Affari nei giorni scorsi ha perso quasi il 5% in una sola seduta.

La mia sensazione è che se il ribasso dovesse continuare, l'area di supporto che il Ftse Mib potrebbe lavorare di più è quella dei 17.600 punti, ma già da quota 18.000 iniziamo ad avere una serie di sostegni in sequenza.

In caso di rimbalzi Piazza Affari potrebbe mostrare una certa forza relativa, ma personalmente non farei acquisti fino a quando il Ftse Mib non dovesse tornare stabilmente sopra i 19.000 punti.

Vorrei vedere un indice almeno sopra i 19.150 punti per comprare su una reazione con possibilità.
Nel breve è probabile che ci sia una continuazione di una fase in cui il mercato cercherà di capire dove si trova, ma fino a quando il Ftse Mib no tornerà sopra i 19.150 punti sarà bene non posizionarsi long.

Al ribasso mi aspetterei che tra i 18.000 e i 17.600 punti l'indice, se dovesse arrivarci, trovi una frustata e reagisca.