Il mercato potrebbe rallentare ora: atteso uno storno più incisivo nel breve

Al momento non mi aspetto nuove salite per l’indice Ftes Mib, per il quale ulteriori upside sono davvero difficili da mettere in cantiere. Strategie su vari titoli. L’intervista a C.Corradin.

Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Carlo Corradin, Analista di B&SJoint. www.bsjoint.com.Nelle ultime giornate i mercati azionari hanno mostrato qualche incertezza, basti pensare alla seduta di ieri tanto in Europa quanto in America. Sono questi i primi segnali di stanchezza del trend rialzista? Cosa aspettarsi nel breve?Ci separano ormai due settimane e mezzo dall’avvio della nuova stagione delle trimestrali societarie americane. Dal punto di vista puramente temporale, si tratta di un intervallo ideale di correzione per andare a vedere soglie di supporto importanti, quale quella dei 2.600/2.550 per l’Eurostoxx, mentre per l’indice S&P500 segnaliamo il livello dei 960 punti. Sarebbe bene in ottica di investimento di medio-lungo periodo, sarà bene che il mercato raggiunga questa soglie di prezzo che non sono state toccate ancora, ricordando che il mercato prima o poi torna sempre a rivedere. I livelli citati prima, quali i 950/960 punti, saranno sfruttati dalle mani forti per costruire posizioni di lungo termine. Quali sono i motivi che in questo momento la inducono ad ipotizzare una correzione verso quei livelli da lei segnalati?Abbiamo aperto la nostra chiacchierata parlando dell’appuntamento a breve con le trimestrali Usa che dovranno o confermare o smentire i prezzi raggiunti in Borsa. In quest’ottica il mercato, che non ha mai corretto da inizio luglio, deve fare i conti con dei grossi squilibri a livello di oscillatori. Ci sono inoltre parecchi investitori che vogliono monetizzare, senza trascurare l’interrogativo sui prossimi utili delle aziende. Rispetto al secondo trimestre sono cambiate le attese e ora ci si attende di più dalle società, per cui sarà più difficile che ci siano ora sorprese positive. Alla luce di ciò, in ottica prudenziale il mercato potrebbe rallentare e tornare indietro, e se ci saranno buone notizie dal mondo societario allora avremo ancora margine per salire ancora, mentre chi ha venduto sui livelli attuali si sarà messo con le spalle al coperto, avrà monetizzato alcuni guadagni e potrà aspettare il momento buono per rientrare.