Di seguito riportiamo un'intervista realizzata a Enrico Malverti, presidente di Fintech4i, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib sta faticando a recuperare dai minimi della scorsa settimana. Quali scenari si possono ipotizzare nel breve?

Il Ftse Mib sta faticosamente provando a rialzare la testa. Seppure nella seduta di ieri abbiamo registrato dati sulla produzione industriale in Europa maggiori delle attese, le preoccupazioni sulla guerra commerciale Cina-Usa e i dazi gettano ombre inquietanti sulle Borse.

Dal punto di vista tecnico per ora i supporti del Ftse Mib tengono e lo scenario, seppur contrastato, non esclude ancora l’ipotesi che l'indice possa riuscire a riportarsi per fine mese sulla resistenza in area 21900 punti.

Lo scenario muterebbe solo in caso di cedimento da parte del Ftse Mib di area 21.000.

Banco BPM e Ubi Banca ieri sono saliti in controtendenza rispetto al mercato, sostenuti ancora dai rumor su una fusione. Qual è la sua view su questi due titoli?

È proprio così, i due titoli performano meglio della media sostenuti da questi rumor, però Banco BPM rimane ancora sotto l’importante resistenza di 1,99 euro.

L’inizio di un trend rialzista stabile passa dalla violazione di questo livello.