Di seguito riportiamo un'intervista realizzata a Enrico Malverti, presidente di Fintech4i, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib è stato fermato per ora dall'ostacolo dei 22.000 punti. Si aspetta una rottura a breve di questo livello o andremo incontro ad un ritracciamento?

Per il Ftse Mib la soglia dei 22000 punti è un ostacolo tostissimo che coincide con livelli di resistenza significativi anche sugli indici azionari esteri. Purtroppo è difficile fare previsioni alle soglie del discorso della BCE di oggi.

Tutto dipenderà da come i mercati interpreteranno le nuove misure dell'Eurotower a sostegno dell’economia: se fossero ritenute insufficienti potrebbe anche scattare un “sell on news”, ossia vendite copiose sulla notizia.

Viceversa notizie migliori delle attese potrebbero generare una rottura della resistenza e dare un segnale bullish per il Ftse Mib, con target che si sposterebbe sui massimi di luglio.

Come valuta il recente andamento di Ubi Banca e Banco BPM? Quali indicazioni ci può fornire per questi due titoli?

Ubi Banca ha dato un bel colpo di reni dalla zona di supporto intorno ai 2 euro e da lì si è portata a ridosso della resistenza dinamica data dalla media mobile a 200 periodi.