Di seguito riportiamo un'intervista realizzata a Enrico Malverti, presidente di Fintech4i, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib è arrivato a testare l'area dei 22.000 da lei segnalata come target due settimane fa. A questo punto si aspetta un superamento di questo livello o un ripiegamento dei corsi?

A questo punto per il Ftse Mib mi aspetto che la strada al rialzo sia agli sgoccioli e che il mercato possa al massimo andare leggermente oltre i 22.000 punti, per poi correggere e scendere verso i 21.000 punti.

Il test dei 22.070 punti di Ftse Mib, dopo un intero quadrimestre in salita, potrebbe essere troppo forte, per essere oltrepassato di slancio. Vedo compratori un po’ stanchi.

Bper Banca e Ubi Banca ieri hanno allungato ancora il passo, performando meglio del mercato. Quali indicazioni ci può fornire per questi due titoli?

Bper Banca sta fortemente risalendo la china, ha rotto la trendline ribassista e si è portata sopra la media mobile a 200 periodi, inviando così dei segnali confortanti.

Il target tecnico sarebbe sulla resistenza a 4,30 euro per Bper Banca.

Anche Ubi Banca sta finalmente invertendo la tendenza, ma a differenza di BPER Banca è ancora sotto la media mobile di lungo periodo.

Formalmente quindi il trend ribassista di medio periodo non si può ancora dichiarare esaurito.