Di seguito riportiamo un'intervista realizzata a Enrico Malverti, presidente di Fintech4i, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib sta risalendo la china dopo la battuta d'arresto accusata venerdì. Quali le sue attese per le prossime sedute?

Il Ftse Mib ha dimostrato un’ottima tenuta nelle prime sedute della settimana, è stato sostenuto dal supporto a 21.550 punti e da qui è ritornato sui 22.000 punti.

Con una chiusura di sessione superiore a questo livello il Ftse Mib potrebbe allungare di nuovo sui massimi dell'anno in area 22.200/22.300, ma sono scettico che si possa andare agevolmente oltre.

Mi attendo un mese di agosto più difficile per le Borse, soprattutto nella seconda parte del mese.

A smentirmi potrebbe esserci la rottura della resistenza a 22.200 di Ftse Mib, che potrebbe portare un ottimismo inusuale e inaspettato per i caldi mesi estivi.

Tra i bancari come valuta il recente andamento di Banco BPM e Ubi Banca e quali indicazioni ci può fornire per questi due titoli?

Banco BPM è in una situazione tecnica di lateralità oramai da ottobre 2018, quando i prezzi iniziarono a muoversi mediamente tra 1,5 e 2 euro.
Non si vedono per ora all’orizzonte spiragli per un cambiamento di scenario per Banco BPM.