Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Antonello Marceddu, trader di Protrader, al quale abbiamo rivolto alcune domande sui principali indici azionari, con una particolare attenzione rivolta a Piazza Affari.

Il Ftse Mib è stato travolto dalle vendite nelle ultime due sedute. Come valuta questo movimento e cosa si aspetta nel breve?

Il Ftse Mib ieri ha bucato il minimo del 25 settembre a 21.491 punti e una conferma dei corsi al di sotto di questo bel supporto sarà indubbiamente un segnale negativo.

Le bande di Bollinger sono al momento completamente orizzontali, ma il mercato non è riuscito a trovare sostegno nell'area dei 21.500.

A questo punto mi aspetto che il Ftse Mib approfondisca la discesa verso la soglia dei 21.000 e questa è la prima indicazione che arriva dalla lettura del grafico.

La rottura di area 21.500 fornisce un segnale chiaro di una prosecuzione del ribasso del Ftse Mib verso i 21.000 punti che almeno in prima battuta potrebbero contenere la spinta ribassista.

Se però non ci dovesse essere un cambio di rotta rispetto a questa direzionalità appena indicata, allora non sarà da escludere che il Ftse Mib punti alla chiusura del gap lasciato aperto tra il 16 e il 19 agosto.

In tal caso l'indice potrebbe scivolare fino ad area 20.300/20.500, dove troviamo una finestra importante che il mercato potrebbe anche puntare a chiudere.