Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Antonello Marceddu, trader di Protrader, al quale abbiamo rivolto alcune domande sui principali indici azionari, con una particolare attenzione rivolta a Piazza Affari.

Il Ftse Mib non sta riuscendo a riposizionarsi in modo stabile sopra quota 21.500. Si aspetta ulteriori vendite nel breve?

La fase di lateralità vissuta dal Ftse Mib nelle ultime giornate potrebbe anche rivelarsi un falso segnale rialzista.
Questo mio timore nasce dalla considerazione del fatto che nella seduta del 3 ottobre scorso la configurazione grafica è stata quella di una doji.

Una candela di questo tipo fornisce solitamente due indicazioni: una continuazione del movimento in atto o un'inversione dello stesso.

Dopo il netto calo del 2 ottobre avrei preso in considerazione l'ipotesi di una prosecuzione della discesa, superata la fase di incertezza del giorno successivo.

Il Ftse Mib è arrivato a sfiorare la soglia dei 21.000 punti e in seguito ha dato vita ad un recupero che almeno per ora non ha favorito grandi sviluppi rialzisti.

Se vogliamo considerare le quattro candele dal 3 all'8 ottobre come un'ipotetica flag, la sensazione è che la salita dell'indice sia conclusa.

Avremmo quindi una flag ribassista che potrebbe riportare il Ftse Mib a rivedere quota 21.000,

Nel breve a mio avviso non siamo in un'ipotesi rialzista a Piazza Affari, dove il Ftse Mib potrebbe spingersi in avanti al massimo fino ad area 21.800.