Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Antonello Marceddu, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto alcune domande sui principali indici azionari, con una particolare attenzione rivolta a Piazza Affari.

La scorsa settimana aveva affermato che il mancato superamento dei 24.500 di Ftse Mib avrebbe portato ad una flessione verso i 23.700/23.600. Ora che questo livello è stato raggiunto, cosa ci si deve aspettare nel breve?

Il quadro di incertezza politica sta pesando sull'andamento di Piazza Affari dove il Ftse Mib ha testato area 23.600, da cui ha dato vita ad un primo rimbalzo, al momento contenuto.
Al di sotto dei 23.600 punti notiamo la presenza di una trendline rialzista e intorno ai 23.620 punti abbiamo un supporto che hanno frenato per ora la discesa dei corsi.

Unendo i massimi del 7 e del 15 maggio e i minimi dell'8, del 10 e del 16 maggio, si ottiene un canale che in teoria dovrebbe essere la classica flag rialzista, visto il trend long di fondo.
Questo farebbe sperare in un rimbalzo dai livelli attuali, con una ripartenza al rialzo verso i massimi del canale suddetto. Molto dipenderà ora dalla tenuta o meno dei 23.745 punti, perchè con una rottura confermata di tale soglia in chiusura di sessione il canale di cui parlavamo prima verrebbe annullato.

Con un close al di sotto dei 23.676 punti assisteremo ad ulteriori flessioni del Ftse Mib con primo target area 23.400 e obiettivo successivi a 23.100/23.000 punti.
Se al contrario i corsi riusciranno a mantenersi sopra i 23.745 punti, si potrebbe assistere ad una ripartenza verso l'alto, con il canale che tornerebbe ad assumere la sua qualifica rialzista.