Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Antonello Marceddu, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sui principali indici azionari, con una particolare attenzione rivolta a Piazza Affari.

Il Ftse Mib è tornato indietro dopo essere stato respinto due volte dall'area dei 22.350. Si aspetta ulteriori ribassi nel breve?

Per il Ftse Mib a mio avviso non è ancora finita la fase ribassista e mi aspetto che nel breve si possano andare a rivedere i minimi toccati in avvio di settimana a ridosso di area 21.100.

C'è da dire che nella sessione odierna i volumi non stanno sostenendo più di tanto la discesa e sembra quasi che il mercato non voglia credere alla discesa che nel frattempo però prosegue.

In ogni caso non ci sono volumi tali che possano far pensare ad uno stop del ribasso e questo mi induce a pensare che il Ftse Mib possa soffrire ancora nel breve.

A mio avviso l'indice potrà scendere prima in area 21.100/21.000, ma non escludo che l'escursione ribassista possa condurre le quotazioni fino ad area 20.500.

Segnalo che con il sell-off delle scorse sedute, il Ftse Mib ha interrotto la fase di lateralità durata fino all'11 ottobre scorso ed è entrato nella parte principale della congestione che ha dei minimi tra i 20.000 e i 22.000 punti.

L'indice al momento si trova al di sotto della parte alta di questo intervallo e nel breve potrebbe affondare ancora.
La prima ipotesi, come detto prima, è quella di un nuovo test dei minimi di lunedì scorso in area 21.100, sotto cui la discesa proseguirà verso i 20.500 punti.