Mentre Piazza Affari è maglia rosa in un'Europa piuttosto incerta in cui i protagonisti restano i bancari, da Unicredit con i conti a sorpresa a Mps con il suo ritorno in banca, non mancano le occasioni per fare buoni affari. Le previsioni di Stefano Masa Head of QuantInvest® Research & Analysis Department.

Quella che si è appena chiusa è statauna setimana relativamente tranquilla. Possibile fare una panoramica della situazione?

La scorsa settimana non ha riportato particolari eventi degni di nota. L’anniversario - degli ormai passati trent’anni - del celebre “Black Monday” è stato ricordato – e tempestivamente festeggiato dai mercati finanziari a stelle e strisce - con nuovi record su entrambi i principali indici azionari (DJ30 e S&P500). I listini Usa hanno prevalentemente beneficiato della pubblicazione dei conti del terzo trimestre relativi a Goldman Sachs e Morgan Stanley: dati – per entrambi – sopra le attese degli analisti e caratterizzati da incrementi diversi per le singole voci di bilancio dove, nonostante la flessione dei margini sui ricavi da attività di trading, i due istituti bancari hanno saputo colmare questo gap attraverso sensibili incrementi sul fronte del wealth management (gestioni patrimoniali) e nella ripresa dell’attività creditizia nei confronti del pubblico. Sempre in territorio americano è opportuno ricordare il passo avanti – di natura politica – dell’amministrazione Trump in tema di approvazione del budget 2018: si tratta di un concreto avanzamento nell’agenda dei lavori Usa ma il percorso verso la tanto propagandata riduzione delle tasse appare ancora lungo. Da ipotizzare inoltre - l’annuncio nei prossimi giorni - del nuovo leader a capo della Fed: Jerome Powel potrebbe essere un’opzione apprezzata dai mercati internazionali.