Nuove regole per i mercati dal gennaio di quest'anno. Ma soprattutto per chi sui mercati lavora. Quali sono le nuove norme? E soprattutto quali conseguenze per i risparmiatori? Risponde Sante Pellegrino, trader indipendente. 

Partiamo prima di tutto dal capire cos’è la Mifid?

La “MIFID”, è la normativa europea che regolamenta le istituzioni finanziarie e gli operatori dell’investimento e del risparmio con sede nella Comunità Economica Europea, o imprese di investimento estere che offrono servizi e prodotti per il risparmio ed investimento sul territorio Europeo. La “MIFID” ovvero “Markets Financial Instruments Directive”, è stata emanata dal parlamento Europeo nel 2004, in Italia è stata percepita nel 2007. La regolamentazione” MIFID”, avvia le piazze finanziarie e gli organi finanziari europei verso un unico standard operativo, che sia efficace trasparente e competitivo.

Nel 2011 la stessa comunità Europea ha rivisitato e rielaborato la stessa “MIFID” pubblicandone ufficialmente tutte le nuove modifiche nel 2014. Dal gennaio del 2017 è entrata in vigore la nuova “MIFID” ovvero la “ MIFID II”. La MIFID II in buona sostanza migliora le regole di negoziazione per i soggetti autorizzati ad offrire servizi e prodotti di investimento e risparmio, e ne vantaggia e migliora le garanzie di chi investe o risparmia. La “MIFID II” semplifica la trasparenza dei mercati, ma soprattutto migliora in maniera dettagliata l’informazione e l’accesso agli strumenti finanziari.Controlla inoltre tutti i partecipanti ai mercati finanziari, dagli emittenti ai gestori di danaro ai professional trader.