Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Bruno Moltrasio, trader professionista e titolare del sito www.brunomoltrasio.eu al quale abbiamo rivolto alcune domande sulle criptovalute.

Criptovalute: Bitcoin, Alt-Coin, ICO, possiamo mettere un po’ di ordine?

L’esplosione del fenomeno Criptovalute ha effettivamente ingenerato parecchia confusione negli utenti. Manca ancora sul punto una vera e propria cultura finanziaria ed è bene fare un po’ di chiarezza da subito.
Quando si parla di criptovalute la mente va subito al Bitcoin. Ma pochi sanno che il termine Bitcoin con l’iniziale maiuscola sta ad indicare la tecnologia sottesa al “conio” e allo scambio della vera e propria moneta digitale che è il bitcoin, con la iniziale minuscola.

C'è da dire che le criptovalute non sono solo bitcoin. Accanto ad esso ne è stato creato un numero incredibile, ad oggi circa 1500. Ecco che sin dall’inizio è stato ideato il termine “Alt-Coin”, ovvero alternative coin in contrapposizione alla criptovaluta per eccellenza e pioniere del settore che è appunto il bitcoin.

Il termine ICO è l'acronimo di Initial Coin Offering, che tradotto letteralmente sta per offerta iniziale di monete. Quest'ultima, solo per far comprendere il meccanismo, può essere paragonata, semplificando, ad una sorta di IPO con la quale si quota sul mercato una società e si offre al pubblico la possibilità di acquistarne le azioni.

In questo caso invece si offrono token (monete), ormai sempre più sovente con la possibilità di partecipare ad un progetto in modo completamente non regolamentato, a differenza di quanto succede nelle IPO in cui si deve necessariamente seguire una certa trafila che comprende le autorizzazioni Consob.
Spero in queste poche righe di aver fatto un po’ di chiarezza.