Di seguito riportiamo un’intervista sugli indici di Piazza Affari e su alcune delle blue chips quotate sul mercato domestico, con domande rivolte a Gerardo Murano, Analista tecnico di ADB.

Piazza Affari continua a perdere terreno senza sosta, con l’indice Ftse Mib che ha bucato al ribasso anche la soglia dei 15.500 punti. Quali riflessioni si possono fare sull’attuale situazione del mercato e quali le prospettive nel breve?

L’area dei 15.300 rappresenta il primo obiettivo del movimento di storno che si è sviluppato nell’ultima settimana e che ha fatto sì che il ciclo di breve cambiasse da positivo a negativo. Si tratta sicuramente di prese di beneficio almeno per il momento, ma siamo ormai vicini ad una situazione in cui si andrà a definire se la tendenza di medio termine sarà capace di mantenere un’impostazione positiva o se al contrario la stessa ha invertito in negativo.
Per l’indice Ftse Mib la resistenza dei 17.000 punti si è rivelata realmente ostica, difficile da superare. Il complesso dei titoli che fanno parte di questo paniere avevano già effettuato una solida rotazione settoriale, per cui eravamo arrivati in una fase in cui era difficile trovare interessanti occasioni d’acquisto soprattutto tra le blue chips.
Era nell’aria un aumento delle prese di beneficio che sono state piuttosto decise e violente in questa fase. Fino a quando l’indice riuscirà a difendere l’area di 15.000 punti, confermiamo che l’impostazione di medio termine è positiva e il movimento correttivo sarà da considerare quindi come una fase di storno all’interno di una tendenza crescente di medio periodo.
L’indice ora è arrivato su un supporto importante che rappresenta l’obiettivo di una sorta di testa spalle verificato tra i 15.200 e i 17.100. Al momento è difficile parlare di un rimbalzo, e quantomeno bisognerà attendere un consolidamento di area 15.800/15.900. Per ora appare prematuro uno scenario di questo tipo e chi ha intenzione di assumere posizioni sfidando il trend, assumendo quindi probabilità negative di riuscita, può acquistare sui 15.300 in ottica speculativa.