Di seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande  sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.

Il Ftse Mib ieri ha rimbalzato dopo il calo delle sessioni precedenti. Quali le sue attese nel breve a Piazza Affari?

Dopo alcune sedute caratterizzate da debolezza, nella giornata di ieri sono tornati a rimbalzare i principali mercati azionari del Vecchio Continente.

Le Borse hanno tratto giovamento da alcune buone trimestrali, nonostante alcuni dati macro siano risultati sotto le attese degli analisti.

In questo contesto, nella serata di ieri sono arrivate le decisioni della FED che dopo 11 anni ha tagliato i tassi d'interesse di un quarto di punto.

Una mossa già attesa dagli investitori che si sono maggiormente concentrati sulle parole del presidente Powell.
La sforbiciata del costo del denaro non ha offerto alcun sostegno a Wall Street che ha reagito negativamente chiudendo gli scambi in calo.

Questo perche il FOMC ha specificato che il taglio di ieri non rappresenta l'inizio di un nuovo percorso di politica monetaria espansiva.

Tutto cio ha avuto un impatto anche sul mercato delle valute, con l'EURO che scende sotto l'importante area supportiva degli 1,11 nei confronti del DOLLARO, aprendo le porte ad un test di quota 1.10.

Arrivando a dare uno sguardo a Piazza Affari, dopo quattro giornate contrassegnate dalle vendite, ieri sono tornati gli acquisti, con il Ftse Mib che al momento si mantiene sotto gli ex sostegni situati in area 21.550-21.600, ora resistenza.