Di seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.

Il Ftse Mib sta provando a risalire la china dopo lo scivolone che lo ha spinto fino all'area dei 18.500 punti. Il rimbalzo delle ultime ore è destinato a proseguire nel breve?

Dopo che nella scorsa ottava alcuni mercati azionari avevano ritoccato dei record, nelle ultime giornate si sono materializzate le prese di beneficio che hanno trovato terreno fertile sia nella negativa accoglienza dei primi decreti messi in campo dall'amministrazione Trump (protezionismo e immigrazione), sia nell'incertezza politica presente nel nostro Paese. La decisione della Consulta in merito all'Italicum potrebbe aver sensibilmente avvicinato la data delle prossime elezioni.

In un contesto generale che rimane impostato al rialzo, resta bassa la volatilità e non mancano di certo le buone notizie che giungono sia dall'economia globale (gli indici PMI in Europa balzano sui top degli ultimi anni) che dai dati trimestrali USA (il 70% ha battuto fino ad ora le stime degli analisti).

Sul mercato valutario si arresta momentaneamente il recupero dell'Euro che nei confronti del DOLLARO torna nei pressi delle ex resistenze poste in area 1.075, sotto cui è possibile un proseguimento della discesa in direzione degli 1.07.

Dopo quattro sedute contrassegnate da vendite sono tornati gli acquisti anche sul nostro indice principale ( volumi comunque in calo di oltre il 10% rispetto alla giornata precedente) grazie anche alla tenuta della media mobile a 50 giorni.

Nel breve il recupero di ieri dev'essere visto come un normale rimbalzo che potrebbe lasciare ancora spazio a nuove vendite in direzione dei 18.500 e a seguire dei 18.300 punti, senza per questo mutare il trend primario che rimane impostato al rialzo.
E' opportuno segnalare che la fase attuale potrebbe rappresentare una nuova occasione per rientrare sul mercato azionario.

Vuoi abbonarti al nostro PORTAFOGLIO ETF (+15% nel 2016)? Clicca qui

Nel settore bancario come valuta l'attuale impostazione di Bper Banca e di Ubi Banca? Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?