Di seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.

Il Ftse Mib ha avviato un recupero dai minimi delle ultime sedute, mantenendosi per ora al di sotto di area 22.000. Ritiene credibile un superamento di questa soglia nel breve o si aspetta nuovi cali?

Ancora una volta rispetto ai nostri ultimi aggiornamenti non cambia il "sentiment" sui principali mercati azionari.
Le Borse rimangono sempre intonate al rialzo e con il focus rivolto, non solo ai colloqui tra Usa e Cina in tema di "dazi", ma anche alle trimestrali americane ed europee.

I conti societari infatti rappresentano un vero banco di prova per capire lo stato di salute dell'economia globale, dopo che nella giornata di martedì è arrivata la buona notizia del PIL del Vecchio Continente, salito nel primo trimestre leggermente oltre le attese degli analisti.

In questo contesto ha recuperato alcune posizioni anche l'EURO che nei confronti del DOLLARO torna oltre la soglia degli 1,12 e mette nel mirino le prime resistenze poste nei pressi degli 1,126-1,127.

Anche il Ftse Mib, dopo alcune giornate caratterizzate da prese di beneficio, ritrova la strada degli acquisti, grazie anche in questo caso al dato positivo proveniente dal PIL che ha beneficiato della componente export e che ha certificato l'uscita del Paese dalle recessione.