Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte da Davide Pantaleo a Pietro Origlia.

Il recupero del Ftse Mib è stato bloccato ieri dall'area dei 22.200/22.300 punti dove sono tornate le vendite. Si tratta solo di una pausa? Il rialzo del mercato può proseguire nel breve?

Le attese degli investitori verso una continuazione di politiche monetarie espansive da parte delle Banche Centrali, fermo restando che sul campo rimangono sempre presenti i timori riguardanti la crescita cinese, continuano a sostenere il recupero sui principali mercati azionari globali.

Dopo aver vissuto il peggior trimestre degli ultimi 4 anni, i listini azionari si stanno avviando a testare importanti resistenze di breve dove potrebbe decidersi il trend delle prossime settimane.

Ancora una volta poche novità giungono dal mercato valutario con l'EURO che trattando nei pressi degli 1.127 nei confronti del DOLLARO continua a rimanere sempre nel famoso trading range oramai in essere da diversi mesi ( area 1.08-1.145/15).

Andando a fare un'analisi sul nostro indice principale ci accorgiamo come il recupero innescatosi il 29 Settembre si è fermato nei pressi delle prime importanti resistenze situate in area 22250-22300 punti.

Nonostante questo temporaneo "stop" le attese sono ancora per una continuazione del trend rialzista di breve. Oltre i livelli sopra segnalati il Ftse Mib invierebbe un importante segnale positivo con estensione dei guadagni in direzione dei 22900-23 mila punti.

Al ribasso nuovi segnali di debolezza arriverebbero solo con il ritorno delle quotazioni sotto la soglia dei 21 mila punti.