Di seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.

Il Ftse Mib continua a recuperare terreno dai minimi della scorsa settimana. Quanto ritiene probabile un nuovo attacco e un eventuale superamento di area 21.000 nel breve?

C'è da dire che sullo sfondo rimangono tante incertezze, ultima in ordine di arrivo il nuovo voto contrario del Parlamento inglese ad una Brexit senza accordo con l'UE.

Nonostante ciò, prosegue il trend rialzista sui principali mercati azionari,  alcuni dei quali rimangono vicini ai massimi degli ultimi mesi, grazie alle attese positive che gli investitori ripongono nei colloqui tra Usa e Cina in tema di dazi.

Sul mercato delle valute prosegue il recupero dell'EURO che nei confronti del DOLLARO si porta poco oltre la soglia degli 1.13.

Dal punto di vista operativo questo movimento non cambia al momento il trend ribassista in atto oramai da diversi mesi, che al contrario potrebbe essere sfruttato per aprire nuove posizioni ribassiste.

Arrivando a dare uno sguardo a Piazza Affari, prosegue il recupero del nostro indice principale, con i prezzi che passano di mano nei pressi dei 20.750 punti.

Dal punto di vista operativo non cambia la view piu volte espressa nei nostri ultimi aggiornamenti. Non escludiamo una fase di consolidamento del FTSE Mib, che potrebbe anche riportare i prezzi verso i 20.300 punti, dove verrebbe chiuso il gap up lasciato aperto il 25 febbraio, prima di una continuazione del trend rialzista in direzione dei 21.600-21.650 punti.