L'indice Ftse Mib sta vivendo giornate di incertezza e volatilità in attesa di schiarite sul fronte della crisi greca. Come valuta l'attuale impostazione del mercato e quali sono le sue previsioni per le prossime giornate?

Torna prepotentemente alla ribalta il "fly to quality" sui principali mercati azionari internazionali che in scia al nulla di fatto tra la Grecia e i suoi creditori vedono aumentare le possibilità di un'insolvenza del Paese ellenico ( bond a 2 anni oltre il 30%). Un simile evento spingerebbe l'area euro in un terreno pericolosissimo e dai risvolti incontrollabili soprattutto per l'effetto contagio che si avrebbe in particolar modo sugli altri Paesi Periferici.

In questo contesto scende sui minimi di periodo il "sentiment" degli investitori per nulla rinvigorito dalle dichiarazioni arrivate nella serata di ieri dalla FED che al momento non ha fissato una data precisa per quanto riguarda il primo rialzo dei tassi d'interesse oltreoceano.

Sul valutario torna ad apprezzarsi l'EURO che nei confronti del DOLLARO passa di mano sopra area 1.133, anche se sarà solo con il break degli 1,145 che verrebbe inviato un nuovo segnale di forza da parte della moneta unica.

Trend di breve ribassista confermato per il nostro indice principale, per il quale le attese nel breve sono di un possibile test sulla soglia psicologica dei 22mila punti, sotto cui il FTSE Mib potrebbe andare velocemente a chiudere il gap-up lasciato aperto il 18 Febbraio nei pressi dei 21330 punti.
Al contrario primi segnali positivi arriverebbero solo con il ritorno delle quotazioni oltre i 23250-23300 punti.

Nella seduta di ieri Unicredit è stato il più penalizzato dalle vendite nel settore bancari, mentre si è difeso un po' meglio Intesa Sanpaolo. Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?

Trend ribassista confermato per il titolo UNICREDIT che nelle ultime sedute sta testando gli importanti supporti posizionati nei pressi dei 5.95-6 euro sotto i quali continuerebbero le vendite in direzione dei prossimi target ribassisti situati sui 5.80 euro.