Di seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.

Il Ftse Mib continua ad allungare il passo dopo aver aver riconquistato la soglia dei 21.000 punti. Vede ulteriori rialzi nel breve?

Non più tardi di 48 ore sono state annunciate possibili nuove misure espansive dal presidente della BCE, Mario Draghi, che sembra tornato ai tempi del 2012, quando con il suo famoso "whathever it takes" mise a tacere la speculazione che stava "montando" sulla moneta unica europea.

Ciò ha impattato in maniera positiva sui principali mercati azionari internazionali che proseguono quel recupero innescatosi ad inizio giugno, grazie al quale alcuni indici si stanno riportando sui massimi di periodo.

In questo contesto bisogna inquadrare anche le parole arrivate ieri sera dalla FED che sembrerebbe anch'essa aprire la porta ad un eventuale taglio dei tassi d'interesse, evento questo "caldeggiato" dal Presidente Trump.

Sul mercato delle valute il rimbalzo dell'EURO nei confronti del DOLLARO arrivato nei pressi degli 1,123, non mette ancora al riparo la moneta unica da ulteriori ribassi.
Questi ultimi potrebbero riportare la divisa UE sui minimi di periodo posti sulla soglia degli 1,11.

Arrivando a dare uno sguardo al nostro FTSE Mib, prosegue anche in questo caso il recupero innescatosi ad inizio giugno.