Di seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande  sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.

Il Ftse Mib sta provando a riportarsi verso i massimi dell'anno dopo lo storno di venerdì scorso. Cosa prevede nel breve a Piazza Affari?

Dopo la fase di leggera debolezza cui abbiamo assistito durante la scorsa ottava, sono tornati gli acquisti sui principali mercati azionari internazionali.

Alcuni indici rimangono vicini ai massimi di sempre, come nel caso del Nasdaq e dell'S&P500, ed altri sui top di periodo.

Tutto questo mentre gli investitori aspettano le decisioni di Mario Draghi che tra poche ore potrebbe annunciare nuove misure di stimolo monetario, a distanza di 7 anni dal suo famoso "whatever it takes".

A livello generale dobbiamo sempre ricordare che il focus degli investirori rimane rivolto sia alla ripresa dei colloqui tra Usa e Cina in tema di commercio, sia alle incertezze politiche presenti in seno al Governo italiano.

Sul mercato delle valute prosegue l'indebolimento dell'EURO che nei confronti del DOLLARO appare indirizzato verso la soglia degli 1,11, dove troviamo i minimi dell'anno.

Arrivando a dare uno sguardo al Ftse Mib, notiamo come i primi importanti supporti posti in area 21.550 abbiano arrestato la discesa della scorsa settimana.

L'indice è tornato così sopra la soglia dei 22mila punti e ora mette nel mirino i top di periodo situati nei pressi dei 22.300 punti.

Con il superamento di questo ostacolo dovremmo andare a rivedere i top degli ultimi 13 mesi in area 22.600.