Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte da Davide Pantaleo a Pietro Origlia.

A Piazza Affari il Ftse Mib sta risalendo la china e sembra nuovamente diretto verso l'area dei 22.500 punti, Ritiene probabile il superamento di questo livello nel breve o sono da mettere in conto nuove vendite?

Rispetto alla scorsa settimana non muta il "sentiment" sui principali mercati azionari internazionali che, nonostante i rinnovati timori geopolitici accentuati dal nervosismo tra Turchia e Russia, sono andati a testare i top degli ultimi mesi. Questo grazie in particolar modo ad alcune anticipazioni riguardanti le prossime mosse che dovrebbero essere messe in campo nel mese di Dicembre dalla BCE per stimolare la crescita economica nell'area euro.

Queste news hanno indebolito ulteriormente l'EURO che nei confronti del DOLLARO è oramai lanciato verso i minimi di periodo situati in area 1.045-1.05 sotto i quali verrebbe inviato un ulteriore segnale di debolezza.
Operativamente continuo sempre a consigliare di sfruttare eventuali rimbalzi per aprire nuove posizioni SHORT.

Arrivando a dare uno sguardo al nostro indice principale, il recupero delle ultime sedute non ha cambiato al momento il quadro grafico del FTSE Mib che solo con conferme oltre i 22400 punti potrebbe andare a testare le forti resistenze situate in area 22750-22800 punti, oltre cui invierebbe un importante segnale positivo.

Al ribasso da monitorare sarà la soglia dei 22 mila punti sotto cui potrebbe innescarsi una nuova fase di vendite con possibili target situati sui minimi della scorsa settimana posizionati in area 21550 punti.