Di seguito riportiamo l'intervista a Pietro Paciello, CEO e Chief Analyst della Pro Markets Sagl, Asset Management Company, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulle valute, su alcune commodities e sugli scenari attesi per le Borse.

Pietro Paciello terrà un corso gratuito il 24 e il 25 ottobre a Milano. Per info clicca qui

L'euro-dollaro sta provando a fatica a riportarsi sopra quota 1,10 senza mostrare particolare verve al momento. Cosa si aspetta nel breve?

In queste ultime ore c'è un movimento abbastanza consistente sull'euro-dollaro che sta generando una spinta a mio parere piuttosto interessante.

E' la prima volta dopo diversi mesi di persistente debolezza che il cross va a violare al rialzo delle aree di resistenza di lungo termine e mi riferisco in particolare alla dinamica giornaliera.

Va subito sottolineato che non c'è una coerenza intermarket tra ciò che osserviamo sull'euro-dollaro e quello che avviene sul mercato del rischio e in particolare sul dollaro-yen.

Sembra un movimento isolato, ma dopo mesi di debolezza è la prima volta che fa capolino un tentativo di inversione dell'euro-dollaro.

Il breakout di area 1,10 è stato abbastanza significativo, accompagnato anche da una discreta spinta direzionale e ora resta da vedere se ci sarà un seguito nel breve.

Per ora noto che anche i principali oscillatori si sono posizionati in una dinamica potenzialmente favorevole ad una prosecuzione del rialzo.