Di seguito riportiamo l'intervista a Pietro Paciello, CEO e Chief Analyst della Pro Markets Sagl, Asset Management Company, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulla situazione di Piazza Affari e sulle strategie da seguire per diversi titoli.

Il Ftse Mib sta mostrando un andamento un po' incerto nelle ultime sedute. Ritiene ancora valido il target in area 20.200/20.250 da lei indicato nell'intervista della scorsa settimana?

Credo che Piazza Affari abbia nel brevissimo una situazione di ipercomprato che ostacola ulteriori allunghi. Tra l'altro a livello intermarket non stanno giungendo notizie particolari, per cui possiamo dire che il mercato è ancora inserito in un trend rialzista di breve, ma che soffre un po' sui livelli attuali perchè probabilmente è salito troppo velocemente.

Eventuali correzioni quindi sarebbero anche fisiologiche per valutare la bontà di questo recupero.

Dal punto di vista tecnico vedo un potenziale indebolimento del Ftse Mib, peraltro importante, ma non ai livelli attuali. La mia idea è che il mercato potrebbe iniziare ad intraprendere una dinamica correttiva allorquando dovesse mollare definitivamente area 19.500 e non prima.

La cosa che mi stupisce al momento in negativo è che non c'è nessuna rotazione settoriale, cioè i bancari non stanno recuperando. Questo non è un buon segno perchè sappiamo che la possibilità di un rialzo duraturo o comunque di un'inversione della tendenza attuale da parte del Ftse Mib è strutturalmente correlata alla capacità dei titoli bancari di recuperare dai livelli cui sono arrivati che sono davvero molto bassi.