Di seguito riportiamo l'intervista a Pietro Paciello, CEO e Chief Analyst della Pro Markets Sagl, Asset Management Company, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulla situazione di Piazza Affari e sulle strategie da seguire per diversi titoli.

Il Ftse Mib continua a mostrare incertezza dopo il fallito superamento di area 22.000. Nel breve prevede ulteriori flessioni o una ripresa dai livelli attuali?

A mio avviso lo short a Piazza Affari è partito e ormai si è innescata la dinamica ribassista che avevamo ipotizzato potesse partire alla violazione di un evidente supporto dinamico.

Con la rottura avvenuta ieri di area 21.700 per me il Ftse Mib è entrato in una dinamica ribassista, sulla cui velocità e profondità non posso espormi più di tanto, perchè parliamo comunque di un mercato che ha un'impostazione di fondo ancora long.

Nel breve però vedo una correzione per l'indice, partita con dei riferimenti tecnici molto validi: da un lato la soglia dei 22.000 punti che non era solo psicologica, ma era anche il 61,8% di Fibonacci, dall'altro la presenza di una divergenza ribassista che ha portato ieri al breakout del supporto dinamico a 21.700 punti.

La discesa del Ftse Mib è ancora molto timida, non c'è una grande pressione ribassista, ma inizia ad interessare molto il sistema bancario e soprattutto tutti i titoli legati al petrolio che si erano mossi in controtendenza in una fase di stanchezza del mercato.