Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib sta cercando di riposizionarsi oltre la soglia dei 21.500 punti. Vede ancora margine di upside nel breve?

Per il future sul Ftse Mib con scadenza giugno ci aspettavamo uno storno che in parte è avvenuto, visto che siamo andati a ritestare il supporto in area 20.500.

Per l'indice avevamo un obiettivo di ritracciamento in area 21.000, da cui ha reagito bene e con il gap-up di ieri è tornato a testare i 21.500 punti, dove troviamo una forte resistenza.

In una delle ultime interviste avevamo indicato un target a 21.560 punti che sono stati raggiunti ieri e una chiusura del Ftse Mib sopra i 21.500/21.560 punti potrebbe spingere i corsi verso i 21.790 punti prima e i 22.180 punti in seguito.

Questi livelli sono importanti perchè i 21.800 vanno a violare l'importante swing di settembre da cui l'indice è sceso, ma vanno a colmare anche un gap lasciato aperto tra i 21.800 e i 22.180 punti.

Si tratta quindi di una fascia di prezzo con delle resistenze statiche perchè richiamano questi swing che hanno buttato giù il mercato nel 2018.

E' importante che il Ftse Mib si vada a riprendere questi swing per salire ulteriormente verso i 21.800 e i 22.180 punti.

Il superamento di quest'ultima resistenza statica può aprire uno scenario totalmente nuovo e irrazionale rispetto ad un conteggio ciclico, con proiezioni per il Ftse Mib fino ai 23.280 punti, per andare a chiudere i gap dello stacco cedole di maggio dello scorso anno.