Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib continua ad indietreggiare, arrivando a mettere sotto pressione l'area dei 21.000. Quali scenari si aspetta per le prossime sedute?

Il Ftse Mib ha vissuto una fase di indecisione con un galleggiamento dei corsi tra i 21.830/21.850 e i 21.600 punti. Questa fase è stata bruscamente interrotta dalla discesa registrata in avvio di settimana con un'apertura in gap-down sulla scia delle minacce dei dazi da parte di Trump nei confronti della Cina.

Si è innescata così una tendenza piuttosto negativa a Piazza Affari e nelle precedenti interviste avevamo individuato per il Ftse Mib alcuni livelli che sono stati violati e mi riferisco ai primi due supporti di ciclo a 21.465 e a 21.300 punti.

Il prossimo sostegno è in area 20.840 e al momento non si vedono segnali di accumulazione a Piazza Affari. Gli unici movimenti al rialzo sono semplicemente di rimbalzo, quindi da monitorare con attenzione la zona supportiva dei 20.840, sotto cui l'attenzione andrà rivolta ai 20.250 punti e successivamente ai 20.090 punti.

Al rialzo la prima resistenza per il Ftse Mib è a 21.305 punti, oltre cui si guarderà ai 21.465 punti prima e ai 21.600 punti in seguito.

Solo sopra i 21.590/21.620 punti si potrà respirare un'aria di salvezza e nel breve non è da escludere un tentativo di recupero verso questi livelli.