Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib ha raggiunto ieri valori di prezzo che non si vedevano ormai dal 2008. La corsa al rialzo proseguirà nel breve?

A Piazza Affari è appena iniziato un nuovo ciclo e il mercato rimane tendenzialmente rialzista.
Per il Ftse Mib abbiamo degli importanti obiettivi da raggiungere, molto lusinghieri, a 24.940 punti prima e in seguito a 25.440 punti.

L'unico punto di debolezza per l'indice sarà un'eventuale rottura al ribasso dei 23.960 punti, triplo supporto dove troviamo una trendline supportiva, ma anche un supporto statico e uno dinamico.

Fino a quando il Ftse Mib si manterrà sopra i 23.960 punti, non ci saranno particolari rischi al ribasso.

In caso di discesa al di sotto del livello appena indicato, l'indice potrà scivolare verso area 23.500 prima e successivamente estendere la flessione fino ai 23.110 punti.

Cosa può dirci in merito al recente andamento del Dax30 e dell'S&P500? Quali le sue attese per le prossime sedute?

Il Dax30 proprio ieri ha segnato nuovi massimi storici, ma a differenza del Ftse Mib e dell'S&p500 rimane un po' incastrato tra due livelli che possiamo identificare a 13.630 e a 12.875 punti.

Fino a quando queste due soglie di prezzo non saranno violate, sarà molto probabile che il Dax30 continui a muoversi in laterale.

Si nota però una certa intenzione dell'indice, che ci ha provato già ieri, di andare a rompere massimi a 13.630 punti, oltre cui si guarderà a nuovi top a 13.830 punti e a 14.095 punti.