Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib ieri si è spinto nuovamente in avanti, raggiungendo la soglia dei 23.800 punti. Cosa può dirci di questo rialzo?

Il Ftse Mib ieri ha superato a 23.710 punti la prima resistenza di questo nuovo ciclo e questo dovrebbe portare ad un allungo verso i 24.110 punti prima e in seguito in direzione dei 24.623 punti.

Una volta violato questo ostacolo il Ftse Mib potrà puntare all'area dei 25.000 che non si vede ormai dal 2007.

L'indice è in forte ipercomprato dall'inizio dell'ultima decade di ottobre e questo lascia spazio ad alcuni sospetti legati al fatto che Wall Street è in prossimità del suo punto di arrivo.

Stesso dicasi per il Dax30, senza dimenticare che ci sono ancora timori relativamente ad un'inflazione che non cresce tanto in America quanto in Europa.

Lo scenario dei mercati azionari quindi potrebbe diventare sempre più sensibile ad alcune situazioni negative sul fronte macroeconomico.

Fino a quando il Ftse Mib non scenderà al di sotto dei 23.000 punti prima e dei 22.800 punti in seguito, la view resterà rialzista.

In caso di discese al di sotto dei due supporti appena indicati, l'indice potrebbe arretrare fino ai 22.200 punti prima e in seguito verso i 22.000 e i 21.500 punti.