Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib continua a gravitare intorno all'area dei 24.000. Si aspetta ulteriori sviluppi positivi nel breve?

C'è da dire in primis che nella prima settimana di gennaio è partito un nuovo ciclo che ha visto il Ftse Mib segnare nuovi massimi poco oltre i 24.000 punti.

Quest'ultima è una soglia importante da violare, visto che ad una riconquista della stessa è legato il futuro del Ftse Mib.

Al di sopra di area 24.000 potremo vivere il 2020 in maniera molto rilassata, visto continueremo ad avere rialzi fino alla fine dell'anno.

Molto dipenderà da ciò che accadrà in questo primo trimestre, nel quale saranno diffuse le trimestrali e le chiusure di bilanci del 2019.

Per il Ftse Mib sopra i 24.000 punti si guarderà al primo target in area 24.150 e in seguito all'obiettivo dei 24.345 punti, oltrepassato il quale ci sarà spazio di crescita fino ai 24.920 punti, ultimo target di rialzo di questo primo trimestre ciclico.

Molto pericoloso sarà per il Ftse Mib l'abbandono dei 23.680 punti prima e in seguito dei 23.380 punti, livelli di supporto vitali, perchè al di sotto degli stessi potrebbe prendere il sopravvento la volatilità ribassista.

Fino a quando il Ftse Mib non scenderà al di sotto dei 23.680 e dei 23.380 punti, tutti i minimi che si andranno a segnare potranno rappresentare un'opportunità di accumulazione.