Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Sante Pellegrino il prossimo 25 ottobre terrà un corso dal titolo: I segreti del trading intrady. Per info clicca qui

Il Ftse Mib sta provando a recuperare terreno dopo il calo delle ultime due sedute. Cosa si aspetta nel breve?

Nelle interviste precedenti avevamo individuato per il Ftse Mib il possibile raggiungimento dello swing storico a 22.200-22490 punti.

L'indice si è avvicinato parecchio a questa soglia di prezzo ed è ancora in una tendenza rialzista fino quando le quotazioni del Ftse Mib non scenderanno al di sotto dei 21.560 punti prima e dei 21.190 punti in seguito.

Finchè queste soglie saranno mantenute, Piazza Affari resterà in una zona positiva e se nel breve dovesse avvenire il superamento dei 22.040 punti da parte del Ftse Mib, questo darà nuovamente spinta per un attacco ai 22.200.

Oltre questo livello l'indice punterà ad area 22.500 prima e in seguito verso i 23.080 punti, il raggiungimento dei quali è atteso con poca volatilità e momentum, al fine di creare quello che sarà un pattern ribassista per l'ultima parte dell'anno.

Visti gli ultimi eventi legati al fattore esogeno del petrolio, possiamo mantenere da una parte la view positiva sul Ftse Mib, ma al contempo è bene tenere d'occhio il livello spartiacque rappresentato dai 21.190 punti prima e dei 20.400 punti in seguito, visto che al di sotto di quest'ultima soglia il mercato diventerà ribassista.