Ieri Mediobanca si è fermato poco sotto la parità, mentre Banco BPM è salito in controtendenza dopo la diffusione dei conti societari. Cosa può dirci di questi due titoli?

Mediobanca tra le sedute di mercoledì e giovedì ha incrociato a quota 7,65 euro la media mobile a 50 giorni e ieri ha provato a scavalcare l'analoga media a 21 sedute a 7,75 euro.

Prosegue così la formazione di un movimento a V, il cui target ultimo è individuabile in area 8 euro. Oltre questo livello avremo degli obiettivi successivi a 8,35 e a 8,5 euro, consigliando a quanti volessero aprire posizioni long su Mediobanca di fissare uno stop loss a 7,65 euro, dove passa la media mobile a 50 sedute come detto prima.

Vorresti capire quando è il momento migliore per intervenire a Piazza Affari?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com

Banco BPM sta generando dei segnali interessanti dal punto di vista tecnico, perchè di recente ha rimbalzato dal supporto posto a quota a 1,6 euro. Ieri nell'intraday il titolo ha incrociato al rialzo in area 1,8 euro la media mobile a 21 sedute e ha oltrepassato allo stesso livello la trendline discendente di breve-medio termine che da inizio dicembre impedisce di intraprendere uno stabile trend rialzista.