Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it.

Il Ftse Mib ha provato a più riprese ad avvicinare la soglia dei 20.000 punti, fallendo però il momento nel suo intento. Cosa prevede per le prossime giornate?

La visione complessiva della scorsa settimana è stata confermata, con una ottava all’insegna della lateralità, dopo il forte rialzo di gennaio.

La view dell'ultima settimana si conferma anche per la prossima, nella quale è necessario navigare a vista a Piazza Affari, poiché rimangono intatte le due opzioni, tra correzione e ripresa delle quotazioni.

Per le prossime giornate, rimanendo sull’ottimismo, è necessaria una immediata salita del Ftse Mib sopra la media giornaliera a 12 periodi a 19.620 punti, con spazio per i massimi relativi tra 19.825 e 19.905 punti.

Al superamento di questi livelli assisteremo ad una ulteriore gamba rialzista verso 20.175-20.320 punti, con una resistenza significativa rappresentata dalla zona 20.500-20.535, corrispondenti rispettivamente alla media settimanale a 200 periodi e a quella mensile a 50 periodi.

Viceversa, attenzione alla prima area di supporto a 19.540-19.470 punti, che causerà un approfondimento della correzione verso la seconda intorno a 19.280-19.255 punti.