Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it.

Il Ftse Mib ha guadagnato ancora terreo nelle ultime sedute, spingendosi su nuovi massimi dell'anno e ad un soffio da area 23.000. Il rialzo è destinato a proseguire nel breve?

Con la seduta positiva nel giorno dei Santi, Piazza Affari ha raggiunto l’obiettivo mensile indicato da alcune settimane su queste pagine, corrispondente al massimo della relativa candela di marzo 2018 a 22.938 punti circa di Ftse Mib, in concomitanza con i nuovi massimi storici di Wall Street.

Nel breve, ovviamente solo sopra il top della scorsa ottava a 22.946 punti potremo assistere per il Ftse Mib ad un allungamento della gamba rialzista.

In tal caso gli obiettivi saranno  i successivi livelli mensili degli anni precedenti, ad incominciare dai 23.133 punti di novembre 2017, con eventuale estensione verso i 23.500-23.800 punti circa, prima di un assalto ai 24mila punti.

Viceversa, sotto i 22.720 punti è possibile una correzione del Ftse Mib sui supporti giornalieri.