Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it.

Il Ftse Mib si lascia alle spalle una settimana pesante che lo ha visto tornare sui livelli di fine giugno. Si aspetta un recupero dai livelli attuali o assisteremo a nuove vendite?

La contrazione dei corsi del Ftse Mib ha subito una pesante accelerazione nel venerdì successivo al tweet trumpiano che annunciava ulteriori dazi contro la Cina.

Questo si è tradotto in una preoccupante correzione che a Piazza Affari potrebbe avere ancora spazi di discesa almeno di 4-5 punti percentuali.

Tecnicamente infatti, sulla perdita dei 20.996 punti di Ftse Mib, potremo assistere ad una ulteriore flessione verso i 20.700-20.500 punti, prima di toccare gli importanti supporti sui vari grafici che seguiamo.

Il riferimento è alla zona 20.390-20.270 punti che copre appunto le varie medie dai 12/50 periodi del mensile, ai 50/200 periodi del settimanale, sino ai 200 periodi per il giornaliero.

Viceversa, una salita del Ftse Mib avrà, per il momento, carattere di semplice rimbalzo tecnico.
L'indice infatti dovrà affrontare numerose resistenze, prima di poter parlare di una ripresa del trend rialzista, inceppatosi sul doppio massimo crescente, tipico di una trappola per tori.